lunedì 8 ottobre ore 19:00, Terme di Diocleziano

FRANCESCO LIBETTA

Musica classica ed elettronica

Il New York Times lo ha descritto come un “aristocratico poeta della tastiera, con il profilo e il portamento di un principe rinascimentale”. La sua fama si consolida con le monumentali integrali di Beethoven, Händel, Chopin e Godowsky. Alle Terme di Diocleziano dimostrerà come il pianoforte, creato trecento anni fa, sveli oggi nuove immense potenzialità grazie alla tecnologia, senza con ciò modificare alcuno dei concetti che hanno generato la coerenza artistica dei capolavori del repertorio classico inclusi nel programma.

PROGRAMMA

– Scarlatti: Due Sonate (K87 e K113)
– Chopin: Étude op. 10 n. 3
– Godowsky: Studi su Chopin op. 25n. 1, III; op. 10n. 9, I; op. 10n. 12
– Libetta: Studi sugli Studi di Godowsky sugli Studi di Chopin per piano ed elettronica
– Liszt: (da Annèes de Pèlerinage) il Penseroso, Sonetto del Petrarca CXXIII, Les Cyprès à la Villa d’Este II
– Satie: Gymnopedie I, tre Danze da La piège de Meduse
– Godowsky: Tre Miniature (per pianoforte a quattro mani) Arabian chant, Humoresque, Barcarolle
– Chopin: Nocturne op. 27 n. 2
– Montalti: Tell me a story (per pianoforte ed elettronica. Prima esecuzione della versione definitiva)

Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili